5 CONSIGLI PER PORTARE VALORE AGGIUNTO. ANCHE IN UN MOMENTO COME QUESTO SI PUO’ ED E’ GIUSTO DESIDERARLO.

Essere employable è il primo comandamento della bibbia lavorativa. Che tu sia occupato o in cerca di occupazione è fondamentale essere pronti, cioè il più possibile in linea con le esigenze di un mercato che attraversa una fase delicata.

Ecco allora cinque consigli che rappresentano le precondizioni per questo percorso:

1. Proattività, innanzitutto interiore: continua a desiderare di crescere.

In qualsiasi condizione tu possa trovarti c’è sempre margine per migliorare, per portare più valore aggiunto nella situazione presente. Il punto è osservare, cercare di comprendere cosa potrebbe essere utile in una determinata condizione.

2. Diretta conseguenza è il lavoro interiore dell’essere coscienti di sé:

Domandati che cosa sai sa o non sai fare e che cosa vorresti imparare.

3. Proattività esteriore: dai alla tua giornata un ordine.

Scrivi su un foglio bianco cinque fattori che possono aiutarti ad accrescere conoscenze che ti interessano e competenze che il lavoro oggi pretende da un profilo professionale come il tuo.

Ogni giorno riserva il tempo per dare spazio a questi cinque fattori. Ad esempio, se hai bisogno di affinare il saper parlare in pubblico puoi metterti in gioco e sperimentare davanti a una telecamera la tua resa.

Paradossalmente, non c’è momento migliore di questo, di smart working e scadenze procrastinate, per dar spazio e tempo alla propria crescita

4. Dieci minuti al giorno fai qualcosa di nuovo, qualcosa che non hai mai fatto.

Perché? Il cervello ha bisogno di essere spalancato e basta poco per aprire un pertugio essenziale per imparare, crescere e diventare sè stessi.

5. Cerca un aiuto esterno.

Affidati ad un professionista che ti affianchi per non perdere questo tempo prezioso e arrivare dritto all’obiettivo.