IL VALORE COME DRIVER PER LA SELEZIONE

HR, risorse umane, head hunter: tanti nomi per identificare chi convoca il candidato e conduce il colloquio. L’invio del curriculum vitae, infatti, è solo il primo passo per poter iniziare il lungo percorso della selezione.  Solitamente per ogni posizione libera sono centinaia le persone che si propongono come corrispondenti alla ricerca. Ma è veramente così?

Cosa cerca chi cerca?

Il candidato adeguato, infatti, viene individuato attraverso più lenti di osservazione. Il responsabile delle risorse umane che ha ricevuto l’input di trovare una persona utile a quel dipartimento per raggiungere determinati obiettivi non si può sbagliare.

Una prima scrematura delle numerose candidature è la più semplicistica: si osserva il rispetto delle competenze di base che la posizione richiede. A partire da quelle tecniche, sviluppate in altre esperienze professionali, o anche solo che gli studi siano allineati a comprendere la materia che poi si dovrà trattare. È un primo step, che viene compiuto anche da software di pre-selezione.

Il secondo passaggio è il più delicato: comprendere, cioè, se e come il candidato affermi o accetti quelli che sono i valori aziendali, la visione della società per la quale deve lavorare e che deve essere condivisa nell’ottica di fare squadra e procedere tutti lungo la stessa direzione. Valori che non sono semplici da identificare come il corso di studi. Ma questo è quel che determina, al fondo, una buona o una cattiva scelta. E questa è una comprensione della persona, della persona che si propone per una data posizione, alla quale può arrivare solo un’altra persona.

Sono i valori ad ispirare le scelte di business

Una simile lente di osservazione non è uguale da azienda ad azienda, anche se operanti all’interno di uno stesso comparto industriale. I valori, cioè quel che regge il business e lo ispira, saranno differenti perché intrisi della storia, della personalità dei proprietari, di eventuali acquisizioni, della cultura. È bene per il candidato essere consapevole di questo complesso field per poter affrontare in modo maturo l’occasione che sta cercando. Solo se questi due interessi troveranno un sentire comune, allora sarà possibile collaborare, essere scelti per iniziare a lavorare assieme.